Esclusione prove scritte calligrafia illeggibile

Gentilissimi, sono stato escluso da un concorso pubblico, alle prove scritte, poiché la commissione ha ritenuto la mia calligrafia illeggibile, non entrando nemmeno nel merito di quello che avevo scritto.

E' legittima questa esclusione ?

Posso fare ricorso al TAR ?

Quale autorità decide in ultima istanza, se la mia grafia è leggibile o meno ?

Grazie a tutti quelli che vorranno esprimere un loro parere.

Salve avvocato79  per i Suoi quesiti posso rispondere come segue:

1) l'organo giurisdizionale competente per un eventuale ricorso è il Tar da investire con ricorso da notificare entro 60 gg. dalla pubblicazione o comunicazione dell'avvenuta escusione.

Circa poi le concrete possibilità di uscire vittoriosi da un  tale giudizio sappia che in tema di esclusione per calligrafia illegibile, il CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V – sentenza 20 agosto 2019 n. 5749 ha stabilito che"

Quanto al giudizio formulato sul primo elaborato scritto, ossia “Calligrafia di difficile comprensione con conseguente scarsa individuazione dei concetti che si intendevano esprimere”, non risulta offerto dall’appellante alcun elemento, anche solo indiziario, idoneo supportarne la pretesa irragionevolezza o irrazionalità o illogicità o arbitrarietà, dal momento che è del tutto plausibile che una non chiara calligrafia renda non solo difficoltosa la lettura dell’elaborato, ma possa impedirne la effettiva comprensibilità e rendere impossibile trarre un giudizio compiuto sui suoi contenuti del elaborato scritto.

Quindi se la Sua difesa non sarà in grado di offrire concreti elementi atti a contrastare il giudizio della commissione circa l'illogicità o irrazionalità della decisione è destinato a soccombere in quanto il Consiglio di Stato ha considerato legittima in mancanza di altri elementi tale esclusione.

Cordiali saluti


Avv. Vincenzo De Mela
Avvocato specializzato in diritto del lavoro